I tè di Løv Organic e la nuova boutique


La boutique Løv Organic

La boutique Løv Organic

Il marchio francese di tè e infusi biologici Løv Organic ha aperto a Milano, a due passi dalla piazza Duomo, il suo primo negozio italiano. Il brand fino ad oggi era distribuito nel nostro Paese solo nei punti vendita Rinascente e la decisione di aprire uno spazio monomarca deriva dal grande interesse degli italiani verso il bio.

Il luogo scelto è una dichiarazione di intenti: siamo in via Victor Hugo, nel salotto buono del food milanese accanto a Peck, Ladurèè, Pescheria Spadari, al ristorante stellato Cracco. L’atmosfera del negozio strizza l’occhio alla boutique di moda e l’intenzione evidente è quella di rivolgersi ad un target di alto profilo attento al benessere, ma anche ad un prodotto ben confezionato. L’ispirazione viene dalla cultura nordeuropea (nel paesi scandinavi Løv significa foglia): gli interni sono minimal e in linea con la filosofia eco-sostenibile, tutti in legno e materiali naturali e di recupero.

Ma le vere protagoniste sono le belle scatole di latta colorata che riempiono il negozio. Contengono ben 22 varietà di tè e infusi rigorosamente biologici e certificati dall’agenzia francese AB: dai tè biologici verdi puri giapponesi Sencha e Genmaicha, ai tè provenienti dal Sud Africa Rooibos e Honeybush, totalmente privi di teina, all’ampia gamma di infusioni con erbe, spezie e frutta. Inoltre si possono scegliere più di 40 melange sfusi, che mescolano più fragranze: i barattoli possono ricaricare o si può optare per la versione in bustina, comoda fuori casa o se il tempo a disposizione è limitato.

In negozio è possibile acquistare anche tazze, teiere e infusori: abbinandoli ai barattoli o ai set combinati di tè si può comporre un regalo salutare e chic allo stesso tempo. Da tenere in seria considerazione per le, ormai prossime, festività natalizie.

www.lov-organic.com

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter