Crea sito

Archive

Archive for Febbraio, 2014

Bio in Tavola 2014

Feb 27th, 2014 Posted in Bio places, eventi | Commenti disabilitati su Bio in Tavola 2014

La quinta edizione della rassegna gastronomica lombarda Bio in Tavola comincerà domani 28 Febbraio coinvolgendo 14 ristoranti e locali delle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lodi, Milano. L’evento, organizzato dall’Associazione Lombarda Agricoltori Biologici e Biodinamici La Buona Terra, prevede una serie di menu interamente biologici e provenienti dalle aziende agricole associate: saranno disponibili tutti i week end dal prossimo al 28-29-30 Marzo nel ristoranti del circuito Bio in Tavola. In alcuni ristoranti inoltre i produttori de La Buona Terra saranno disponibili per illustrare ai consumatori i principi dell’agricoltura biologica.

Biopasticceria Anita di Bio in Tavola

La biopasticceria Anita di Bergamo

Tra le novità dell’edizione 2014, un’iniziativa mirata ad avvicinare al biologico anche i più piccoli. La bio particceria certificata Anita propone nei week end dell’evento (fatta eccezione per domenica 9 Marzo) una biomerenda con succo di frutta e dolci biologici vari. Una buona occasione per conoscere i prodotti della pasticceria, preparati esclusivamente dalla titolare nel laboratorio del locale e con ingredienti biologici e certificati.

Sempre a Bergamo, segnalo anche il menu del ristorante Il Villino D’Erika dove può trovare piatti biologici e ingredienti di alta qualità anche chi segue la dieta vegetariana e vegana e chi ha intolleranze alimentari. Nel ristorante è presente anche un angolo Bio Shop con prelibatezze da portare a casa o regalare e un piccolo assortimento di prodotti a tema che variano a seconda dalla stagione.

I Magiari della Strada di Bio in Tavola

I Magiari della Strada, ristorante bio della periferia ovest di Milano

Un altro indirizzo interessante da scoprire grazie a Bio in Tavola è Milano, in via Lorenteggio all’estrema periferia ovest: il ristorante Magiari di Strada. Giuseppe Zen, patron del locale, cerca di coniugare alla qualità delle materie prime bio un prezzo onesto e questo è già un motivo di eccezione in un panorama milanese troppo chic e molto poco popolare.

Il caratteristico tabellone propone piatti della tradizione culturale gastronomica italiana con verdure, carni e pesce frutto di un’attenta ricerca e che mediamente richiedono, nel capoluogo meneghino, un investimento economico cospicuo.

Per tutti gli altri locale aderenti all’iniziativa tutte le informazioni possono essere reperite sul sito di Bio in Tavola e ai link di ogni ristorante contenuti nel programma.

 

 

 

 

 

 

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter

Simone Salvini a Identità Golose: mangiare vegetariano ed essere felici

Feb 17th, 2014 Posted in Bio people | Commenti disabilitati su Simone Salvini a Identità Golose: mangiare vegetariano ed essere felici

Direttamente dalla tre giorni milanese dedicata al food, Identità Golose, dedichiamo un approfondimento alla cucina naturale del cuoco vegetariano Simone Salvini.

La presentazione del piatto di Simone Salvini a Identità Golose

La presentazione del piatto di Simone Salvini a Identità Golose

Personalità carismatica e capacità oratoria non mancano all’ex capo chef del Joia, ristorante meneghino di Pietro Leemann premiato da una stella Michelin.

Gli studi di psicologia con specializzazione Ayurvedica presso l’Università Florid College e NY College di Pisa, le esperienze in India, l’autorevole guida di Leemann hanno prodotto un mix di competenza e spiritualità che puntualmente ammalia il pubblico che lo segue. Dal 2008 è docente in alcuni istituti alberghieri di Milano, dell’Associazione Vegetariani Italiana, e dell’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi. Tiene anche corsi per la Scuola di Cucina di Alma ed è executive chef di Organic Academy, Accademia di alta cucina naturale e vegetariana, occupandosi di formazione per alberghi, ristoranti e chef professionisti.

A Identità Golose il suo intervento era inserito nel programma di Identità Naturali, sezione dedicata alla cucina sana. Si tratta di una definizione piuttosto ampia, che ognuno degli ospiti ha interpretato a suo modo rientrando in una ricerca verso piatti che mettano insieme gusto e attenzione alla salute. La giornata era organizzata in modo che ogni chef presentasse una creazione esplicativa del proprio modo di intendere la cucina naturale.

Simone Salvini identità golose

Simone Salvini e un suo collaboratore con la targa di Identità Golose

Nel caso di Simone Salvini, cucina naturale significa una cucina per la salute, mediterranea e sostenibile fondata su piatti vegetariani. A Identità Naturali il cuoco si è concentrato su due ingredienti protagonisti della dieta vegetariana e vegana: frutta secca e legumi. Salvini ha sottolineato come nessun vegetariano possa fare a meno di questi due elementi se, nella sua dieta, vuole mantenere un equilibrio nell’assunzione dei nutrienti.

Il risultato finale sono state delle squisite cialde croccanti di lenticchie bianche con formaggio di mandorle e anacardi ed è stato molto apprezzato in sala il patrimonio di suggerimenti, stimoli e buone pratiche presentati durante la preparazione, con sapienza e una giusta dose di leggerezza. Tutto volto a dare un’immagine finalmente gioiosa della scelta vegetariana senza quella connotazione di rinuncia e privazione con la quale spesso si accompagna. Recuperare il bello nel vegetarianesimo senza affidarsi per forza a preparati che imitano i tradizionali piatti onnivori, ma puntando sulla semplicità: alimenti vegetali combinati in modo creativo. Questo è l’obiettivo che ogni giorno Simone Salvini ha in mente nel suo nuovo locale romano Ops, ben espresso dall’adagio ayurvedico citato dallo chef fiorentino: fare meno, fare meglio!

www.facebook.com/simonesalvinichef

Ops! www.opsveg.com

Organic Accademy www.organicacademy.eu/organic/Alta_Cucina_Vegetariana

 

Share this:
Share this page via Email Share this page via Stumble Upon Share this page via Digg this Share this page via Facebook Share this page via Twitter